Carlo Magno... secondo Eginardo

Gap-fill exercise

Fill in all the gaps, then press "Check" to check your answers. Use the "Hint" button to get a free letter if an answer is giving you trouble. You can also click on the "[?]" button to get a clue. Note that you will lose points if you ask for hints or clues!
   alto      bianchi      campagne      cavalcare      Chanson de Roland      franchi      grandi      Italia      latino      Longobardi      medici      nuotare      Pirenei      raddoppiare      retroguardia      Rotta di Roncisvalle      salute      Sassoni      scrivere      Vascones      violento   
Stando a quel che ci dice il suo biografo, Eginardo, Carlo Magno...
Era molto e robusto, aveva gli occhi e i capelli .
Aveva una buona ma quando diventò vecchio cominciò a non stare tanto bene. Del resto lui detestava i perché gli consigliavano di mangiare cibi cattivi e rinunciare a quelli buoni .
Amava e cacciare. Sapeva talmente bene che nessuno poteva batterlo.
Parlava molto bene e conosceva le lingue straniere e soprattutto il .
Si esercitava molto per imparare a ma non riuscì ad imparare bene perché iniziò troppo tardi.
Carlo fu impegnato in molte militari per estendere il regno dei .
Dopo la richiesta di aiuto del Papa intervenne anche in e sconfisse i .
Eginardo parla soprattutto della guerra contro i e li descrive come un nemico molto , disumano e sleale.
Attraverso queste guerre Carlo riuscì ad ampliare, quasi a , il regno dei Franchi.
La campagna militare in Spagna viene presentata come un successo a parte per un episodio avvenuto sui .
Una popolazione di quelle zone, che i latini indicavano con il nome di , attaccò la dell'esercito di Carlo, sfruttando la particolare natura del luogo.
L'episodio è quello della cosidetta di cui racconta anche la .